Guariamo insieme il diabete di tipo 1

Beta is better

Il progetto beta is better è un progetto di ricerca traslazionale nel campo del diabete di tipo 1.

Il diabete di tipo 1 è una patologia cronica, autoimmune, nella quale il pancreas non è più in grado di produrre l’insulina. Rappresenta circa il 10% dei casi di diabete. E' detto anche diabete giovanile o insulino-dipendente, in quanto insorge, di solito, in giovane età e l’unico trattamento possibile è quello con insulina. Si sviluppa in genere durante gli anni dell’adolescenza, ma può comparire anche in bambini piccolissimi (perfino neonati) o in giovani adulti e dura tutta la vita.  In Italia le persone con diabete tipo 1 (DT1) sono circa 300.000 e l’incidenza di questa condizione è in aumento in tutto il mondo.

Si tratta di una patologia di origine autoimmune, cioè dipendente da un’alterazione del sistema immunitario, che comporta la distruzione di cellule dell’organismo riconosciute come estranee e verso le quali viene prodotta una risposta immunitaria che le attaccano. Nel caso del DT1, vengono distrutte le cellule del pancreas che producono insulina le cellule beta.

L’unico trattamento possibile al momento per questa malattia è sostituire la funzione delle cellule beta con la somministrazione di insulina esogena. Purtroppo questa modalità on riesce ad essere così efficiente come la secrezione delle cellule beta e di conseguenza il paziente diabetico di tipo 1 ha una serie di complicanze acute e cronica che al momento riducono la sua attesa di vita di circa 12 anni nel caso in cui la malattia insorga prima dei 20 anni.

Il progetto beta is better è volto a sviluppare strategie per predire e prevenire la perdita delle cellule beta, nonché sostituire le stesse nel momento in cui vadano perse. E’ un progetto di ricerca multidisciplinare che comprende: i) lo studio dei meccanismi che conducono alla distruzione delle cellule beta, ii) lo studio di marcatori che permettano di prevedere e monitorare la loro distruzione; iii) lo sviluppo di trattamenti in grado di prevenire la distruzione delle cellule beta; iv) lo sviluppo di trattamenti che permettano di ricostruire le cellule beta distrutte mediante utilizzo di cellule staminali o cellule somatiche.

Il progetto è sviluppato all’interno del Diabetes Research Institute (DRI). Il DRI è un istituto di ricerca d’eccellenza dell’IRCCS Ospedale San Raffaele, fondato nel 2007 per lo studio, la prevenzione e la cura del diabete. La missione del DRI è integrare ricerca di base, clinica e traslazionale con l’obiettivo futuro di sconfiggere il diabete e le sue complicanze. Oggi il DRI è un centro di ricerca di eccellenza internazionale anche grazie alla sua struttura unica, che combina attività di ricerca di base, clinica e traslazionale.